“Un lungo restauro promosso dall’Associazione Amici di Santa Croce in Gerusalemme, della quale mio marito Giulio è presidente ed insieme facciamo parte, ha interessato per alcuni anni il complesso della basilica di Santa Croce in Gerusalemme e si è concluso nel 2004 con la felice risistemazione dell’area dell’antico orto monastico per opera dell’architetto Paolo Pejrone.

Nel desiderio di aggiungere un personale contributo all’opera di restauro, giunta alla sua conclusione, la mia attenzione si è concentrata sull’ingresso all’orto: il cancello di ferro esistente precludeva la vista dall’esterno, celando l’incanto che ci aspetta varcando la soglia.

Riflettendo con mio marito sulla storia della basilica, sui numerosi interventi che nei secoli l’avevano via via arricchita  e trasformata, ho trovato la soluzione nel suo suggerimento: aggiungere alle stratificazioni precedenti, una traccia dell’oggi: un’opera contemporanea che proseguisse il percorso dei secoli.

Abbiamo interpellato un artista del calibro di Jannis Kounellis la cui invenzione creativa si è materializzata in questo nuovo cancello; i successivi incontri e scambi di idee e la sinergia creatasi  ci ha dato la certezza di aver trovato in lui l’interprete ideale del nostro sentire: per questo a lui va la nostra gratitudine. Il nostro grazie va anche all’onorevole Francesco Rutelli, Vice Presidente del Consiglio dei Ministri, Ministro per i Beni e le Attività Culturali che ha accolto e sostenuto il progetto.

Ed ecco ora un cancello “sipario” che apre la visione di un orto-giardino dell’Eden i cui frutti sono annunciati dalle forme e dai colori del vetro, resi veri dalla luce.”

Giovanna Sacchetti

(dalla Presentazione)

AAVV, Sipario, Roma, De Luca Editori d’Arte, 2007