La Fondazione Giulio e Giovanna Sacchetti Onlus l’8 maggio 2018 ha donato alla città di Roma “La Madonna dell’Accoglienza” realizzata dal maestro Domenico Paladino. L’opera, commissionata e finanziata dalla Fondazione, è stata apposta sulla facciata di Palazzo Sforza Cesarini in Corso Vittorio Emanuele II.

 

Madonna dell’Accoglienza

La Madonna dell’Accoglienza è stata apposta sulla facciata di Palazzo Sforza Cesarini a Roma

 

La Fondazione ha ritenuto opportuno riprendere e continuare l’antica tradizione devozionale popolare romana con una nuova edicola votiva per la città di Roma, vista l’importanza che tali opere rivestono nel tessuto urbano, poiché sorte nei quartieri laddove si svolge la vita di gran parte dei cittadini e perché le edicole votive con l’immagine della Vergine sono tutt’oggi una forte espressione della fede popolare.

 

“La Madonna dell’Accoglienza”, opera in mosaico (cm 100 x 70) realizzata dal maestro Domenico Paladino, raffigura una Madonna dalla pelle nera che vuole essere sinonimo di accoglienza della città di Roma a tutti i profughi dell’Africa che arrivano in Italia e nella Città Eterna. Le Madonne nere da tempi immemorabili uniscono nella venerazione sia la Chiesa d’Occidente che quella d’Oriente.

 

Il 31 gennaio 2018 “La Madonna dell’Accoglienza” è stata benedetta da Papa Francesco nel corso dell’Udienza Generale in Piazza San Pietro.

 

Benedizione Apostolica

Papa Francesco ha celebrato la benedizione dell’opera “La Madonna dell’accoglienza”

 

Dall’ 8 maggio 2018 “La Madonna dell’Accoglienza” è posizionata all’angolo di Palazzo Sforza Cesarini, tra Corso Vittorio Emanuele II e Piazza Sforza Cesarini, lungo una delle maggiori direttrici stradali che collegano la città di Roma al Vaticano.

 

Madonna dell'Accoglienza

La Fondazione ha donato alla città di Roma “La Madonna dell’Accoglienza” di Domenico Paladino

È per me un onore poter donare alla Città di Roma, città cui sono legata da sempre, un’opera così importante dal punto di vista sociale e culturale qual è La Madonna dell’Accoglienza del Maestro Paladino, specialmente dopo l’emozionante benedizione apostolica ad opera del Santo Padre che ha dato ancora più rilevanza al gesto della Fondazione. La scelta di Palazzo Sforza-Cesarini poi non è casuale e anzi è carica di significato: l’edificio infatti ha rappresentato per la Famiglia Sacchetti la prima dimora quando nel 1573 giunse a Roma da Firenze”.  – Ha dichiarato la Marchesa Giovanna Sacchetti, Presidente della Fondazione Giulio e Giovanna Sacchetti Onlus – Questa donazione riporterà in città un’antica tradizione popolare venuta ad interrompersi nel corso degli anni e che oggi è stata ufficialmente riproposta ai cittadini che l’hanno sempre avuta a cuore.”

 

Madonna dell’Accoglienza

La Madonna dell’Accoglienza s’illumina nelle ore notturne per l’ammirazione dei passanti